Il mobile made in Italy piace in Europa

Le belle notizie vanno urlate a tutto il mondo. E fortunatamente il mondo del design italiano ha di che rallegrarsi e di che urlare. Questo settore, infatti, continua a crescere sui mercati internazionali e le previsioni sono altroché rosee. Certo, non sarà semplice per il 2016 eguagliare – e superare – gli ottimi risultati del 2015: un’annata veramente d’oro, quando le esportazioni del mobile italiano superarono del 6% quelle dell’anno precedente. Ma la FederlegnoArredo ha comunque fotografato un trend positivo e una crescita importante nel primo semestre (Il Sole 24 Ore parla di una crescita del 2,9% per l’arredamento e addirittura del 3,3% se si considera l’intera filiera del legno-arredo).

Ad assorbire la metà dell’export di questo settore, pensate, è l’Europa. Sì, il caro e vecchio Continente. Per fare un esempio, da sola, la Francia, ha acquistato, in questi mesi, prodotti di arredamento dalle aziende italiane per il valore di 1,1 miliardi. Il 9% in più rispetto a quanto i cugini avessero fatto nel 2015.

E la Germania? Ha importato – sempre secondo i dati del primo quotidiano economico d’Italia – 796 milioni di prodotti del mobile, con una crescita dell’1,5%. Ma ancora: la Spagna ha importato 276 milioni (con un aumento rispetto al 2015 del 7,1%) mentre il Regno Unito continua con un trend positivo (3,8%).

Insomma, all’Europa il mobile italiano piace, eccome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *